Logo
World Running Academy Magazine

Le credenze limitanti

Lorenzo Ruspi | Luglio/Agosto, 2016

Le credenze limitanti

Fonte foto: http://www.psicologianellosport.it/blog/

“Che tu creda di farcela o di non farcela, avrai comunque ragione”.
Henry Ford


Una credenza è una sensazione di certezza riguardo a qualcosa. Le convinzioni sono credenze molto forti e la nostra attenzione è sulla sensazione che provocano.


Una sensazione è uno stato d’animo.


Le credenze le abbiamo tutti (gli sportivi, a qualsiasi livello agonistico o amatoriale, non ne sono immuni) e non sono vere in assoluto, ma sono un filtro che noi utilizziamo e infatti uno dei presupposti cardine della Programmazione Neuro Linguistica (PNL) dice che “la mappa non è il territorio”.


Le convinzioni sono molto potenti e sono diverse dalle opinioni proprio perché si portano dietro una sensazione, lo stato d’animo di certezza.


Siamo pieni di credenze e di convinzioni: siamo la somma di tutte le credenze che coinvolgono noi stessi, gli altri e il nostro contesto.


Gli atleti sono quindi in grado di porsi dei limiti da soli, di boicottare le proprie performance sportive con l’atteggiamento mentale negativo.


Credere in partenza che non riusciremo a ”battere la squadra avversaria”, oppure a ”colpire bene la pallina per metterla in buca”, e ancora “a calciare il rigore per far goal”, è una convinzione limitante.


Ne esistono di molti tipi di credenze, ma quello che in un primo momento è importante sapere è che non sono mai giuste o sbagliate in assoluto e per ogni persona la propria credenza è quella giusta.


Quello che noi pensiamo poggia sulle esperienze che abbiamo avuto, sulla nostra mappa mentale e sul tavolo delle credenze.

Le credenze limitanti

La superficie del tavolo sono le credenze. Il tavolo per stare in piedi ha bisogno di solide gambe che nella figura sono identificate in modo generico con l’etichetta di “idea”.


Le gambe sono appunto le idee che abbiamo a supporto delle nostre credenze:


  • Esperienze personalidi vita e di sport (vissuti)

  • Esperienze vissute da altri o viste accadere ad altri (raccontati)

  • Immagini

  • Interpretazioni di eventi


Non è importante il numero di gambe a supporto delle nostre credenze, ma quanto esse siano solide.


La solidità è data dalla componente emotiva associata a quell’idea.


Una credenza può essere potenziante o limitante non in base al fatto che sia giusta o sbagliata o che mi faccia emozionare più o meno, ma sul principio dell’utilità per me.


Una credenza infatti è limitante quando mi impedisce di raggiungere il mio obiettivo.


Le credenze, trasformate in convinzioni abbiamo detto più volte che sono molto potenti e ognuno di noi è innamorato delle proprie e cerca a tutti i costi conferme.


Siamo noi che ci creiamo dei circoli viziosi ossia delle situazioni per vedere realizzate le nostre credenze.


Potremmo rappresentare così questo circolo vizioso:

Le credenze limitanti

Lo sportivo (e non solo) usa delle risorse che ha in sé (sfrutta il suo potenziale) e compie delle azioni per ottenere dei risultati. Le risorse che usa però sono influenzate dalle sue credenze che sono determinate dai risultati e così via.


Avete mai incontrato ad esempio persone che quando qualcosa va a rotoli dicono: “Ecco, lo sapevo, l’avevo previsto!”. Questo atteggiamento porta solo al rafforzamento delle proprie convinzioni e quando sono poco utili al risultato si è grandi abbastanza da capire che andrebbe fatto un certo tipo di lavoro dietro.


Se ci pensiamo bene è tutto vero in quanto noi amiamo molto avere ragione anche per quanto riguarda spesso cose che ci limitano!


Il circolo vizioso visto sopra ci dice una cosa molto importante: prima di lavorare sulle azioni necessarie per raggiungere i risultati che ci siamo prefissati dobbiamo lavorare sul sistema di credenze.


Cosa deve fare allora uno sportivo per avere successo?Per prima cosa deve imparare con specifiche tecniche a sostituire le sue credenze/convinzioni limitanti con altre credenze/convinzioni potenzianti guidando così la propria mente!


Lorenzo Ruspi - Presidente Associazione 'Lo Sport Insegna®'

Per Informazioni

Mental Coach | 0 Commenti

Lascia un commento




Recenti
Popolari
Categorie
Amref Sport Senza Frontiere
Rete del Dono per Art 4 Sport Maratonabili
Lo Sport Insegna