Logo
World Running Academy Magazine

Un'esperienza indimenticabile: il mio primo Trans d'havet.

Intervista a Cristina Lusardi Paganetto

Nicola Del Vecchio | Settembre, 2015

Trans d'havet 2015

Incontro Cristina davanti ad un buon caffè un lunedì mattina per parlare con lei della sua esperienza nelle piccole Dolomiti venete dove ha partecipato alla fine di luglio alla sua prima Trans d'havet, una gara ben nota nel panorama delle ultra-trail con i suoi 80 km e 5.500mD+, che, oltre ad assegnare punti per il ranking mondiale ISF di categoria, è la terza tappa della Sky running Italy 2015.


La passione di Cristina per la corsa traspare appena la senti parlare, un entusiasmo genuino e contaminante. "Possiamo dire che ho avuto due vite – racconta - una senza la corsa e l'altra con la corsa. Correre mi è servito a ridarmi un equilibrio che sembrava perduto ed a sfogare la mia iperattività, finalmente ho capito che non viviamo solo per il lavoro". Fino al 2013 infatti Cristina si limitava a fare solo qualche camminata nei boschi nei ritagli di tempo che gli lasciava il suo lavoro in corsia, nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Carrara. "Ho iniziato a correre da circa due anni – prosegue - prima camminavo da sola nei boschi ma nulla di paragonabile a quello che faccio adesso. Un giorno ho deciso di andare a comprare un cardiofrequenzimetro all'Alpstation di Sarzana e mi sono imbattuta in un manifesto raffigurante Paolo Barghini dove sopra vi era scritto ultramarotenata estremo, mi sono detta devo subito chiamarlo e da li è iniziato il mio percorso. Inizialmente non volevo fare gare, ma dopo poco Paolo mi ha convinta a cimentarmi con le prime competizioni, mi sono iscritta ad un gruppo sportivo gli "Arcigni" e ho iniziato con gare piccole, poi qualche mezza, due maratone e finalmente il trail, la mia vera passione. Per me correre è un modo per ritrovare una pace interiore, e farlo in determinati ambienti come quelli che si incontrano durante i trail è qualcosa di davvero unico".

Trans d'havet 2015 Trans d'havet 2015 Trans d'havet 2015

Un percorso sorprendente quello di Cristina, in due anni molti passi in avanti tanto da arrivare a correre per 22 ore consecutive 80 km in condizioni meteo proibitive. La gara ha avvio alle ore 24 da Piovene Rocchette in mezzo a due ali di folla e ad un paese in festa, dopo poco però sulla prima salita inizia a diluviare. "Ho corso due ore e trenta sotto un temporale pazzesco – spiega Cristina – nel mezzo di una tempesta di fulmini. Fortunatamente le voci di qualche sconosciuto compagno d'avventura che senti alle tue spalle ti danno la forza per andare avanti. Poi ho conosciuto altri due concorrenti, che non posso altro che definire due angeli, mi hanno accompagnata durante tutto il percorso e dato la forza per andare avanti e superare le difficoltà. Le salite le facciamo insieme mentre durante le ripide discese ho qualche problema, ma li ritrovo sempre ad attendermi ai ristori e continuiamo insieme durante tutta la gara. Alla fine quando gli ho chiesto il motivo per cui mi abbiano sempre aspettata, loro mi hanno risposto anche questo è lo spirito trail". L'entusiasmo e la passione di Cristina per le corse trail fanno quasi dimenticare lo sforzo e la difficoltà di una prova così impegnativa. "In effetti è stata davvero dura – continua – al sessantesimo km sentivo addosso tutta la stanchezza, mi dò la forza pensando che in fondo manca solo la distanza di una mezza maratona, in quei momenti la forza di volontà è tutto ed è grazie a quella spinta che riesci a superare i tuoi limiti. Gli ultimi 500 metri sono i più duri, conto ogni passo che mi separa dal traguardo, tutti mi incitano e mi danno la carica per arrivare in fondo dove ci sono i miei genitori ad aspettarmi emozionati ed orgogliosi per me". Un'esperienza indimenticabile che Cristina intende ripetere anche il prossimo anno, visto che si sta già allenando per le sue prossime gare e quando nel congedarci gli domando quale saranno i suoi prossimi appuntamenti mi viene da sorridere alla sua risposta, visto che lei le gare trail le correrebbe tutte, Paolo però non è dello stesso avviso....

Trans d'havet 2015 Trans d'havet 2015 Trans d'havet 2015
Trans d'havet 2015
Trans d'havet 2015 Trans d'havet 2015

Personaggio | 0 Commenti

Lascia un commento




Recenti
Popolari
Categorie
Amref Sport Senza Frontiere
Rete del Dono per Art 4 Sport Maratonabili
Lo Sport Insegna