Logo
World Running Academy Magazine

L'ultimo passo

Giovanni Pessina | Luglio/Agosto, 2016

La corsa era stata dura più del previsto ma ora era quasi arrivato, aveva camminato, corso e aveva corso gli ultimi chilometri, vedeva il traguardo, là, sempre più vicino. Ancora pochissimo ed era veramente finita, alzò il piede destro per l’ultima falcata, il piede sarebbe atterrato esattamente sulla linea di arrivo, si sarebbe sentito il suono gracchiante del cicalino di controllo che avrebbe bloccato il suo tempoe la sua azione.
In quel momento sentì nel suo orecchio un mormorio, era il suo ultimo passo che gli stava parlando: Giovanni sai cosa stai facendo con questo ultimo passo e questo passo da dove nasce? Io sono l’ultimo passo di questa corsa e del tuo desiderio, quello che hai espresso tempo fa.
Pensai e risposi, è vero sono alla fine di un sogno ad occhi aperti, fatto a gennaio, sogno che ho quasi realizzato e devo concluderlo degnamente. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

La mia prima notturna di San Giovanni intervista ad Elena Sarti

Nicola del Vecchio | Luglio/Agosto, 2016

Correre assieme ad altri 2500 podisti nelle bellissime strade fiorentine tra monumenti dal fascino immenso in una serata dal clima perfetto, così come avvenuto nelle due edizioni scorse rappresenta il modo migliore per vivere questo storico appuntamento giunto alla settantasettesima edizione. La Notturna di San Giovanni è una delle gare della tradizione podistica più famose nel panorama sportivo e attira moltissimi atleti da tutt'Italia.
“La Notturna di San Giovanni – racconta Elena Sarti - è stata la mia terza gara. Non ho grosse esperienze a cui paragonare questi miei primi passi, ma per ora posso dire che, forse per incoscienza o forse perché so che comunque correre devo, alla fine mi diverto sempre ed ho avuto sensazioni positive riuscendo anche a mantenere quello che mi ero prefissata. Poi c'è da dire che non facendo queste cose da sola la cosa aiuta tantissimo, come ha aiutato tantissimo correre per Firenze in una tiepida serata estiva”. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Il mio Passatore. Intervista a Domenico Rigaldi

Nicola del Vecchio | Giugno, 2016

Domenico ha 44 anni e potremmo dire che la corsa è ormai a pieno titolo parte integrante della sua vita visto che fin da bambino si è sempre dedicato all'atletica. Una breve parentesi calcistica, forse perchè a tredici anni il gioco di squadra ha un richiamo maggiore rispetto alla fatica delle campestri, ma poi tutto ha ripreso il suo corso con il ritorno alle piste e alle competizioni podistiche. “Ho iniziato a correre nel settore giovanile – racconta Domenico - poi ho abbandonato preferendo alla fatica delle campestri il divertimento del calcio, mi affascinava lo sport di squadra, meno fatica e ci si divertiva ma poi ho ripreso l'atletica ripartendo da dove mi ero fermato. Ho voluto riprendere la mia libertà e da quel momento ho già disputato una ventina di maratone”.
Passare dalle piste di atletica alla strada con le mezze maratone fino alla distanza regina dei fatidici 42km e 195 metri è un discorso ma percorrere distanze ben maggiori arrivando ai 50 e poi ai 100 km è ben altra cosa. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Passatore a quattro mani e quattro piedi

Giovanni Pessina | Giugno, 2016

Decidiamo di iscriverci al Passatore, Fiona non ha potuto correrla lo scorso anno a causa di un infortunio e vuole provare la distanza dei 100 km. Per Giovanni è la seconda esperienza.
Intensifichiamo le corse su strada per prendere confidenza con l’asfalto, solita trafila:una maratona, due 50 km, salite. Il tutto con discontinuità dovuta, per Fiona, ad impegni professionali ed a un paio di infortuni per Giovanni. Il sabato fatidico arriva, siamo a Faenza, prendiamo il treno per Firenze con moltissimi altri “Passatoristi”si parla di esperienze passate, preparazione, strategie, entriamosubito nello spirito della gara. A Firenze recuperiamo il pettorale, incontriamo le Tartarughe e le accompagnatrici, salutiamo vecchi e nuovi amici, siamo impazienti di partire. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Iranian Silk Road Ultratrail 2016 - La sabbia nella mente

Giovanni Pessina | Maggio, 2016

Cominciamo col dire che MohamadAhansal è una leggenda. Nel mondo delle ultramaratone è una sorta di creatura mitica che, a turno con il fratello Lahcen, non ha mai lasciato sguarnito il podio della MaratonDesSables durante gli ultimi 15 anni, e per 5 anni è arrivato primo assoluto.
Nato il 1 gennaio del 1973, fin da piccolo è abituato a convivere con il deserto del Sahara. Vive e lavora a Zagora, Marocco, dove organizza la Trans Atlas Ultratrail e allena gli atleti in speciali training camps.
Quest’anno ha voluto cimentarsi con un altro tipo di deserto. Per questo si è iscritto alla ISRU. Lo ha fatto “in volata”, per così dire, ma la curiosità lo ha ripagato: primo in tutte le tappe, ha vinto la versione 250k, anche se non senza qualche segno di sofferenza per il caldo. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

IranianSilk Road Ultramarathon: due chiacchiere con il vincitore.

Intervista a Mohamad Ahansal

Nicola Ciani e Beatrice Di Tomizio | Maggio, 2016

Cominciamo col dire che MohamadAhansal è una leggenda. Nel mondo delle ultramaratone è una sorta di creatura mitica che, a turno con il fratello Lahcen, non ha mai lasciato sguarnito il podio della MaratonDesSables durante gli ultimi 15 anni, e per 5 anni è arrivato primo assoluto.
Nato il 1 gennaio del 1973, fin da piccolo è abituato a convivere con il deserto del Sahara. Vive e lavora a Zagora, Marocco, dove organizza la Trans Atlas Ultratrail e allena gli atleti in speciali training camps.
Quest’anno ha voluto cimentarsi con un altro tipo di deserto. Per questo si è iscritto alla ISRU. Lo ha fatto “in volata”, per così dire, ma la curiosità lo ha ripagato: primo in tutte le tappe, ha vinto la versione 250k, anche se non senza qualche segno di sofferenza per il caldo. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

Cancellata!

Nicola Del Vecchio | Aprile, 2016

Sono sul divano, è un giorno caldo di marzo, primo pomeriggio, le immagini scorrono sul televisore e mostrano un incontro di calcio che seguo senza particolare interesse. Mi prende la sonnolenza post –prandiale e mi addormento. Dal calcio il cuore mi porta alla corsa, alla mia prossima corsa, alla 100 km. di Toscana. Una corsa che aspetto con ansia dalla sua prima presentazione perché mi piace correre e perché amo la Toscana. Poi questa corsa che da Firenze corre verso il Tirreno, verso la Versilia, verso Viareggioè l’obbiettivo per la prima parte dell’anno: io lo voglio centrare costi quel che costi!
Parto da casa in auto verso Firenze, mia moglie è con me, passeremo una giornata a Firenze, sicuramente meravigliosa come tutte le giornate passate a Firenze, fatte di storia e poesia che invadono la mia mente e renderanno la corsa che seguirà un viaggio nelle radici della nostra cultura a partire da quelle etrusco-romane, alle Signorie, ai Medici e così via sino ai giorni nostri. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Migliorare di 50 minuti in Maratona. L'impresa di Samuele Perez.

Nicola Del Vecchio | Aprile, 2016

Al e Jo si conoscevano da alcuni anni, facevano parte dello stesso runnerclub, iniziarono ad allenarsi assieme e socializzarono: qualche week endvia per una gara, una mattinata in montagna;poi una pizza quattro chiacchiere efu così che entrarono in confidenza.
Al era un cuoco, di quelli in gamba, non uno stellato, a lui non interessavano quei riconoscimenti, faceva una cucina di tradizione di alto livello con innovazioni interessanti che caratterizzavano il suo intervento. Da qualche anno lavorava per la mensa di un ospedale in modo di avere più tempo libero. La nostra storia parte da cui dal fatto che Al era un cuoco.
Un sabato uscirono ad allenarsi in compagnia, c’era tanta gente, alcuni erano venuti da lontano, Al invitò quelli che erano liberi a fermarsi da lui per un boccone e un po’ di relax. Jo disse: verrei volentieri ma sono fradicio di sudore, non ho portato niente, né per lavarmi né per cambiarmi, sarà per un’altra volta. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Il Vampiro

Giovanni Pessina | Marzo, 2016

Al e Jo si conoscevano da alcuni anni, facevano parte dello stesso runnerclub, iniziarono ad allenarsi assieme e socializzarono: qualche week endvia per una gara, una mattinata in montagna;poi una pizza quattro chiacchiere efu così che entrarono in confidenza.
Al era un cuoco, di quelli in gamba, non uno stellato, a lui non interessavano quei riconoscimenti, faceva una cucina di tradizione di alto livello con innovazioni interessanti che caratterizzavano il suo intervento. Da qualche anno lavorava per la mensa di un ospedale in modo di avere più tempo libero. La nostra storia parte da cui dal fatto che Al era un cuoco.
Un sabato uscirono ad allenarsi in compagnia, c’era tanta gente, alcuni erano venuti da lontano, Al invitò quelli che erano liberi a fermarsi da lui per un boccone e un po’ di relax. Jo disse: verrei volentieri ma sono fradicio di sudore, non ho portato niente, né per lavarmi né per cambiarmi, sarà per un’altra volta. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Strasimeno. La prima Ultramaratona di Daniele Mannini

Nicola Del Vecchio | Marzo, 2016

STRASIMENO 58km di puro vallonato corsi in 5h14'07", 91° Assoluto su oltre 400 partenti, 7° di categoria. Così si riassume la prima Ultramaratona di Daniele Mannini, palombaro di marina conosciuto dagli amici come il “piranha”. “È stata dura – racconta Daniele -, peccato per il tracollo dopo il 42°km, ma li ho corsi tutti, senza mai fermarmi. Pensare che due settimane fà ero a Terni a correre la mia prima maratona”. In effetti la determinazione di Daniele è davvero ecomiabile visto l'impegno affrontato a distanza di 15 giorni con la testa già al prossimo obiettivo, la 100 km Firenze-Viareggio che affronterà il prossimo 30 aprile. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

Sabbia Acqua Vita

Giovanni Pessina | Febbraio, 2016

Deserto dell’Oman, tardo pomeriggio, il caldo è insopportabile, il Land Rover dei soccorsi, al seguito della corsa “TransOmania300 km non stop”, procede piano. L’autista e il compagno si guardano attorno, il posto dovrebbe essere questo, il posto da cui è partito il segnale di allarme lanciato da uno dei partecipanti al trail. Di solito il segnale di aiuto viene lanciato da chi si è perso o ha avuto un incidente, una distorsione un colpo di caldo. In genere sono lì a richiamare la tua attenzione agitando le mani e gridando, ma questo non si vede, dove poteva essere si chiesero, l’autista disse: magari lo troviamo secco e sghignazzarono di gusto. Poi lo videro a bordo pista, disteso con la sabbia portata dal vento che un po’ lo ricopriva, occhi chiusi testa piegata, sembrava aver perso conoscenza, l’unico segno di vita la mano destra che lentamente prendeva una manciata di sabbia, si alzava leggermente e poi lasciava scivolare la sabbia tra le dita. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Correre nei deserti più affascinanti del Mondo

Nicola Del Vecchio | Febbraio, 2016

E' appena iniziato il nuovo anno quando Paolo Barghini mi chiede di andare con lui a cena ed incontrare due atleti che sta allenando e che si apprestano a compiere un percorso davvero affascinante: correre nei deserti più suggestivi del Globo affrontando le gare della 4desert di Racing the Planet. Ultramaratone estreme, gare da 250 chilometri nelle zone più impervie del Pianeta. L'iniziativa, organizzata da Racing The Planet, comprende il deserto di Acatama in Cile e quello del Gobi in China, la Namibia con la Sahara race e l'Antartide, a cui aggiungere il 14 febbraio la Roving Race in Sri Lanka. E come se non bastassero caldo e freddo, fame e sofferenze fisiche, si aggiunge la difficoltà di correre con uno zaino pesante circa 9 kg contenente tutto l'occorrente per far fronte ai vari inconvenienti e cambiamenti metereologici che si possono verificare, trattandosi di gare in autosufficienza. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Io e la Mezza

Giovanni Pessina | Gennaio, 2016

Mi ero iscritto ad una mezza maratona, mi ero allenato seguendo più o meno la scheda datami da un preparatore qualificato, comunque avevo corso molto ed ero pronto. Sono all’area di partenza, pettorale sulla maglia qualche chiacchiera con i vicini di riscaldamento, poi, lo speaker che chiama. E’ ora di partire, l’adrenalina è già alta penso a come andrà vorrei che andasse bene, ovvio, ma un fondo di insicurezza mi dice il contrario. Forza,mi dico, fino a due o tre anni fa non riuscivi a fare neanche 20 km e adesso sei in linea di partenza per una corsa seria, vai tranquillo.
Ecco Il botto, si parte, attivo ll gps parto piano ma non troppo le gambe girano da sole, sciolte, senza fatica. Sono partito dietro per non farmi superare e in effetti sono io a superare dei partecipanti che si sono messi nelle prime file anche se sono lenti. Sta schiarendo, il tempo sarà bello, ottimo auspicio per la gara. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

La mia prima maratona

Nicola Del Vecchio | Gennaio, 2016

“Se vuoi correre corri un chilometro. Se vuoi cambiare vita, corri la maratona.” Sono con queste parole di Emil Zatopek che ho inziato a preparami per quest'importante traguardo. Un anno di lavoro intenso, tanti sacrifici, gli allenamenti alle ore più impensabili per far combaciare gli impegni della vita e del lavoro, i pasti consumati in auto ogni giorno durante la pausa pranzo subito dopo l'allenamento, il rispetto per una distanza per me sconosciuta e da tutti temuta, sono gli elementi che mi hanno accompagnato lungo tutta la preparazione. Quando a gennaio 2015 avevo iniziato ad allenarmi, non mi sarei mai immaginato di ritrovarmi undici mesi dopo sulla linea di partenza per percorrere i fatidici 42 chilometri e 195 metri.
Così ogni giorno ho iniziato a confrontarmi con i miei limiti, con la scoperta di me stesso, perchè la corsa oltre ad essere un cammino in un ambiente esterno è anche un cammino interiore, come ho scritto in un articolo passato. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

L'ultramaratona di Salsomaggiore 2015

intervista a Laura Ricci

Nicola Del Vecchio | Dicembre, 2015

Una grande passione per lo sport e per la corsa in particolare è quello che traspare appena si inizia a parlare con Laura Ricci. Runner fin quando dai 13 anni ha cominciato a correre senza però cimentarsi in competizioni, che sono poi arrivate più avanti prima con la strada e le gare del corrilungiana e poi con il Trail andando alla ricerca di distanze sempre maggiori con un sogno nel cassetto, correre una Ultramaratona nel deserto.
Una sola interruzione forzata quando, come per molte donne, decide di avere un figlio (Laura ne ha due), ma anche in quel periodo immagino che Laura non sia certo stata a riposo. I risultati ottenuti sono sempre stati lusinghieri e lo scorso 22 novembre al campionato italiano Fidal assoluto sulla distanza di 50 km a Salsomaggiore Terme ha effettuato una bellissima prestazione chiudendo in 4 ore e 46 minuti giungendo 13esima assoluta e terza di categoria. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Kumano Kodo Japanese Holy Pilgrimage

Giovanni Pessina | Dicembre, 2015

Io e Fiona stiamo pianificando le vacanze con la nostra personalissima formula: un viaggio, un paese da visitare, tradizioni e storia da scoprire e naturalmente dedicare una parte della vacanza alla corsa. Tante idee, tutte belle ma appena Fiona dice Giappone la fantasia parte, l’entusiasmo va alle stelle e Giappone sia. Il Giappone è fatto di isole grandi e piccole, quasi settemila, tutte con un loro carattere personale, tutte da vedere, ma troppe da visitare in una vacanza di una ventina di giorni, decidiamo così di concentrarci sull’isola di Honshu la più grande dove si trova anche la capitale Tokyo.
Arrivati visitiamo Tokyo, Kyoto, Hiroshima, il monte Fuji e corriamo in tutti questi posti, ma questa è un’altra storia. La parte della vacanza di cui parliamo è quella dedicata principalmente alla corsa nel Kumano Kodo. Il nome è di per se affascinate, mi porta in un mondo passato, fatto di scenari naturali, templi di campagna, monaci erranti, villaggi rurali dove la tecnologia, la frenesia, la precisione e l’ambizione del Giappone odierno non sono ancora arrivati. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

La nostra vacanza?? a tappe!! Carfù Trail

Giovanni Pessina | Novembre, 2015

Appassionati di corsaabbiamo sempre dedicato una parte dei giorni di vacanza a questa attività, poi, conoscendo Paolo Barghini, Alberto Tagliabue, AngeloRigoni ecc. tutta gente che corre nei deserti a partire dalla MDS per arrivare alla nuova corsa ideata da Paolo in Iran, ci è venuta voglia di una corsa a tappe, non essendo ancora preparati per corse estreme abbiamo deciso di farne una “ tailor made” alla nostra portata e ci siamo guardati intorno.
Ci sono molte possibilità, anche se non molto pubblicizzate, una ci ha intrigato: il giro dell’Isola di Corfù. Il Corfù Trail segue un percorso storico caduto in disuso fatto di sentieri che costeggiano il mare e entrano nei boschi fino a salire sul monte Pantokrator unica vera vetta dell’isola. Questo percorso è stato riattivato grazie a fondi comunitari e sfrutatto a fini turistici. Ha avuto subito un buon successo tra i camminatori soprattutto tra quelli dei paesi nordici. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

L'ultra Trail del lago d'orta e la passione per il Trail running

Nicola Del Vecchio | Novembre, 2015

Vivere in coppia condividendo la stessa passione per il trail running. Questa e' l'esperienza di Annalisa Rolla che ha conosciuto ed imparato ad amare lo sport grazie al suo compagno Davide, che abbiamo avuto modo di conoscere la scorso numero grazie al suo racconto del Tor des geants.
"Quando ho conosciuto Davide lui correva - racconta - e mi chiese di accompagnarlo ad una gara dell'Utmb. Pensare che non ero neppure mai andata in montagna e mi sono ritrovata a fare l'assistenza durante tutto il percorso accorgendomi che i partecipanti in fondo erano persone normali e questo mi ha fatto credere che avrei potuto riuscirci anche io".
In realta' la storia di Annalisa racchiude anche un pizzico di magia che in fondo e' stata poi il viatico per iniziare a cimentarsi con questa disciplina così affascinante. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Il Tor des Geants: la gara più dura del Mondo!

Intervista a Davide Buglione

Nicola Del Vecchio | Ottobre, 2015

In uno degli scenari più selvaggi e incontaminati del mondo si corre ogni anno il Tor des Geants, una corsa epica di 330 km non stop con 24.000 mt di dislivello positivo che coinvolge una Regione intera, la Valle d'Aosta e le sue bellezze.
Fatica, possibili infortuni, mancanza di sonno e di adeguata alimentazione sono i principali rischi fisici a cui sono sottoposti gli atleti che si iscrivono a questa gara leggendaria che quest'anno ha visto la presenza di Davide Buglione, trentaquattrenne spezzino dipendente della AlpStation di Sarzana allenato da Paolo Barghini.
“Ho saputo che potevo correre il Tor un mese e mezzo prima della partenza – racconta Davide -, mi ero iscritto ma non ero rientrato tra i sorteggiati ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

La cronaca della TDS “Sur les Traces des Ducs de Savoie”

Intervista a Ugo Mazzachiodi

Nicola Del Vecchio | Settembre, 2015

Nell'ultima settimana di agosto in Val d'Aosta come ogni anno hanno preso avvio le competizioni dell'UTMB, tra queste particolare risalto nel panorama del trail running ha la TDS alla quale ha partecipato Ugo Mazzachiodi, atleta spezzino allenato da Paolo Barghini.
La TDS è una gara molto impegnativa di 119 km con 7.250 metri di dislivello positivo, partenza da Courmayeur e arrivo a Chamonix, lo start alle ore 6.00 di mercoledì 26 agosto 2015. Delle quattro gare organizzate nell'ultima settimana di agosto a Chamonix la TDS viene definita la più selvaggia e la più difficile:1800 quasi i concorrenti, 14 ore previste per il primo, 33 h di tempo massimo. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

100 Km del Passatore 2015 - Paolo Tarabella

Paolo Tarabella | Maggio, 2015

Per la seconda volta mi sono fatto tentare, per la seconda volta m’incammino verso la lunga strada del Brigante, per la seconda volta ancora mi unisco alla folla decisa a scalare il Passo della Colla.
Non so perché, ma la magia che pervade questa manifestazione podistica mi ha letteralmente preso nel profondo.
Si parte, molto caldo anche quest’anno. Lascio che le gambe si muovano al loro passo, non le forzo né le rallento, cedo a loro il comando.
La corsa si snoda fra le vie del centro di Firenze, con il tifo dei tantissimi turisti. Si esce dal centro e si affronta Fiesole con i suoi tornanti, ai quali lì per lì non si fa troppo caso. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

Kaem 2014 Kalahari Augrabies Extreme Marathon (South African) 2014. Nicola Ciani 11° in classifica assoluta e primo degli italini.

Nicola Ciani | Novembre, 2014

Ho iniziato a correre nel 2004 e da allora ho partecipato a tante maratone in giro per il mondo, affascinato, come tutti, dal mito della maratona di NYC che ho avuto la fortuna di correre tante volte con gli amici della FREE RUN, l’associazione che abbiamo creato per la gestione di questi eventi.
Nonostante questo, ho sempre avuto un sogno nel cassetto: riuscire un giorno ad andare a fare una gara nel deserto, un ambiente che conoscevo da turista e che mi ha sempre trasmesso sensazioni fortissime.
Nel 2012 ho voluto fare un test di gara di lunga durata e mi sono iscritto al Passatore: la gara non è andata neanche troppo male ma gli strascichi che mi sono portato dietro a livello di guai fisici mi avevano fatto dubitare di riprovare ancora distanze così impegnative. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

MDS, Marathon Des Sables 2014 - Ceppi Christian

Ceppi Christian | Maggio, 2014

Eccomi qui. Al termine di diversi mesi di duro allenamento, qualche acciacco, e molti km percorsi, finalmente mi trovo nel deserto. Dopo diverse ore di viaggio arriviamo al primo campo base dove ci sistemiamo nella tenda n.92, quella che sarebbe stata il nostro “rifugio” per la settimana seguente, e dove incontriamo per la prima volta i nostri compagni di avventura, quelle persone che, insieme a noi quattro ticinesi, sarebbero stati coloro con i quali avremmo condiviso le gioie (e i dolori!), le vittorie e le sconfitte, le risate e i pianti di questo tratto di vita comune che sicuramente non avremmo dimenticato mai.
I primi giorni di acclimatamento nel deserto passano veloci, in uno stato di euforia ed eccitazione e ancora mille dubbi sulla preparazione dello zaino in vista dei controlli tecnici; ma poi, a pensarci bene, quali dubbi? Perché farsi mettere sotto pressione dallo sbirciare negli zaini degli altri, farsi tentare da qualche comodità in più, arrischiarsi nel fare cambiamenti dell’ultimo minuto ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 3 Commenti

TransOmania 2014 (Oman) - Luisa Balsamo conquista una grande vittoria al femminile.

Luisa Balsamo | Febbraio, 2014

Per chi pensa che una gara di 300km sia priva di suspance , noiosa , insignificante , lenta sino allo sfinimento si sbaglia!
La buona notizia è che il mio “reportage”non sarà lungo 300km né durerà tantomeno 74 ore! Cercherò di essere più concisa possibile senza tralasciare quello che a mio avviso resterà indelebile dentro di me.
L’unica cosa che mi è sempre stata chiara ,sin dal primo minuto è stata che la mia preparazione sarebbe dovuta essere un enorme, immenso training autogeno e che se avessi voluto perdere qualcosa prima della gara avrei preferito perdere la condizione fisica e non la concentrazione mentale.
Detto ciò con un pizzico di incoscienza e di sana follia mi sono imbarcata in qualcosa probabilmente molto più grande di me e la sfida è stata proprio : Luisa vs Sua Maestà l’Infinito e Oltre.
Il deserto chiama , Luisa corre ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Firenze Marathon 2013 con i MaratoAbili - Rosario

Rosario (Corro di Sera) | Dicembre, 2013

"Mi definivo un maratoneta, per via delle mie precedenti 5 Maratone corse da solo a Roma, Venezia e Torino. Indossavo la mia canotta del Gruppo Sportivo Interforze di Torino e si partiva in previsione di fare il famoso "personal best"... e questo era il Maratoneta Ross.
Essere Maratobabile è un'altra cosa, si corre in gruppo, tutti insieme, si formano le squadre, le maglie nere dei capisquadra, le maglie bianche, le parrucche, i cappelli....
Da semplice Maratoneta guardi i km, il tempo al km, la previsione di fine, se sei fortunato scambi qualche parola con il maratoneta di fianco che ha il tuo passo... ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

(G2G Ultra) Grand to Grand Ultra 2013 - Raffaele Brattoli

Raffaele Brattoli | Ottobre, 2013

Il Grand to Grand è un ultratrail di 275 km con quasi 6.000 mt di dislivello in autosufficienza, molte sono le nazionalità rappresentate. Noi schierati ai bordi del mitico Grand Canyon National Park dove i grandi del cinema come John Wayne, Burt Lancaster, Kirk Douglas girarono gran parte dei loro film Western, a partire dal 1932 con il primo film "Ombre Rosse" di John Ford, "La Conquista del West", "Sfida all'O.K. Corral" e tanti altri.
Ma ora scendiamo da cavallo e mettiamo i piedi a terra, i nostri occhi sono rivolti ad una delle 7 meraviglie del mondo, 2 miliardi di anni di storia il fiume Colorado che scorre lì da 5 milioni di anni, terre appartenute fino alla fine del 1900 ai gloriosi indiani Apache, Navajo e Hopi. La gara si svolge su un percorso a triangolo tra il Nevada, l'Utah meridionale e l'Arizona settentrionale; tocchiamo anche la mitica Route 66 la strada più famosa d'America con i suoi 3.941 km. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

MDS, Marathon Des Sables 2013 - Edoardo Moos

Edoardo Moos | Aprile, 2013

È molta la gratitudine che devo a Paolo Barghini, che in pochi mesi mi ha permesso di partecipare alla 28. Marathon des Sables. La mia storia di runner inizia nel marzo 2012, quando per motivi di salute ho iniziato a correre. Il mio peso era di ben 100 Kg. per 1.85 m. di altezza, soffrivo di ipertensione e apnee; dovevo perdere peso il più rapidamente possibile e così ho iniziato facendo un giro di corsa nel parco di casa, che era giusto di 1 Km.. Ho capito che questa era la strada per stare bene, ma avevo anche capito che era una strada di fatica e grandi sacrifici per me e la mia famiglia. Ho iniziato a correre tutti i giorni, o alla mattina presto o alla sera e il mio peso rapidamente diminuiva. Così ho pensato che per mantenere queste buone abitudini, dovevo fissarmi un obiettivo più grande di quello che avrei potuto fare: la Marathon des Sables. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

Skyrace Alpi Apuane 2013 - Ugo Mozzachiodi

Ugo Mozzachiodi | Luglio, 2013

Lo Skyrace delle Apuane è un anello di 23 km intorno alla Pania della Croce con 1465 mt di dislivello a salire e altrettanti a scendere, punto di partenza e di arrivo il borgo storico di Fornovolasco (LU).
Le caratteristiche del percorso fanno di questa gara una delle più impegnative tra le province di Massa, Lucca e Spezia ma soprattutto la rendono particolarmente ostica alla mia struttura fisica. Decido quindi di esordire in questo trail!
Dopo il ritiro del mio primo pettorale intorno alle 8 del mattino nella calca degli oltre 200 iscritti, inizio a ragionare su dove posizionarmi alla partenza: scartando la testa del gruppo per ovvi motivi restano la coda in previsione di una gara “indipendente” senza le frenesie di possibili competizioni per me sicuramente insostenibili oppure a metà gruppo cercando di farmi “trascinare” dal flusso di atleti sin dove possibile. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

100 Km del Passatore 2013 - Luca Boncino

Luca Boncino | Maggio, 2013

Dopo otto mesi di duro allenamento finalmente mi sono deciso a correre la corsa più bella del mondo, i 100 km del Passatore. Tutto comincia a settembre 2012, ma in realtà è un inizio che va cercato più lontano negli anni. Anche se ho sempre praticato attività sportive, e considero lo sport come una dimensione che mi appartiene profondamente nella sua completa ed equilibrata dose di fatica e di gioia, posso individuare nel 2001 uno dei motivi di questa scelta, è l'anno infatti in cui ho partecipato alla gara senza riuscire a terminarla. Dopo tutti gli anni che sono trascorsi e i primi allenamenti che ho ricominciato a preparare da quell'ultimo evento, ho sentito dentro di me, nonostante le difficoltà, che si stava accendendo di nuovo quella fiamma che ti fa finire una corsa così importante. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

The Abbots Way 2013 in Twin Team - Fabio Baratta e Silvia

Fabio Baratta | Maggio, 2013

L’idea di partecipare alla The Abbots Way 2013 in Twin team - coppia mista - con Silvia è nata una sera di Novembre dell’anno scorso con altri compagni di squadra davanti ad una buona birra. Con noi altri Twin Team della nostra squadra (Asd KinoMana) sia maschili che misti.
Occorre fare una breve premessa: considerato che allenarsi e correre senza metodo può risultare controproducente, ho deciso di farmi seguire, non solo con semplice tabelle, ma anche con preziosi consigli da Paolo Barghini, noto ultramaratoneta del deserto, il quale mi ha dato sicuramente qualcosa in più di schemi e indicazioni sulla corsa.
Iniziano gli allenamenti. Purtroppo viste le avverse condizioni meteo che hanno caratterizzato l’inverno scorso si svolgono in prevalenza su asfalto. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Lanzarote Lavatrail 2013. Federico Bisson - La Mia Corsa.

Federico Bisson | Aprile, 2013

Correre non è uno sport per ragazzi carini con visioni di grandezza. E’ sudore tra i capelli e vesciche ai piedi. E’ il respiro congelato sul mento d’inverno. E’ la nausea nel vostro intestino e crampi che sono abbastanza forti per svegliare i morti. Si tratta di uscire dalla porta e correre quando il resto del mondo può solo sognare la passione che vivete ogni giorno. Si tratta di essere su una strada solitaria e correre come un campione, anche quando non ce’ anima viva per tirarsi su. La corsa è il desiderio di provare e perseverare fino a quando ogni fibra nella gambe, la tua mente e il tuo cuore sono simili all’acciaio . E quando li hai finalmente forgiati abbastanza sei diventato il miglior corridore che ci può essere. E questo è tutto quello che puoi chiedere... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Categoria: Racconti



4 Deserts - Atacama Crossing (Chile) 2013. Andrea Girardi conquista il quarto gradino del podio.

Andrea Girardi | Marzo, 2013

Finalmente si fa sul serio. Oggi ritmo esagerato, il gruppo di testa ha tenuto una media altissima. Io ho fatto il mio passo, l'altezza e lo zaino con tanto cibo per ora non giocano a favore. Sto benissimo, alla fine ho tenuto un media di 6'/km con otto chili di zaino a 3200m di quota, dopo il 20km è arrivato un caldo pazzesco con una strada in falsa salita massacrante.
La Navigation by rock ci ha fatto passare prima su rocce facili, poi un canyon meraviglioso letto di un fiume secco e ancora dopo il 20 km una strada spezzagambe in falsopiano. Il concorrente davanti continuava a guardare la maglia arancione che gli stava dietro, quando c'erano pezzi dritti lo riprendevo... all'arrivo ci siamo abbracciati e ha ammesso che aveva paura di quel Giapponese (???) che gli stava dietro. [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

Recenti
Popolari
Categorie
Amref Sport Senza Frontiere
Rete del Dono per Art 4 Sport Maratonabili
Lo Sport Insegna