Logo
World Running Academy Magazine

Correre nei deserti più affascinanti del Mondo

Nicola Del Vecchio | Febbraio, 2016

E' appena iniziato il nuovo anno quando Paolo Barghini mi chiede di andare con lui a cena ed incontrare due atleti che sta allenando e che si apprestano a compiere un percorso davvero affascinante: correre nei deserti più suggestivi del Globo affrontando le gare della 4desert di Racing the Planet. Ultramaratone estreme, gare da 250 chilometri nelle zone più impervie del Pianeta. L'iniziativa, organizzata da Racing The Planet, comprende il deserto di Acatama in Cile e quello del Gobi in China, la Namibia con la Sahara race e l'Antartide, a cui aggiungere il 14 febbraio la Roving Race in Sri Lanka. E come se non bastassero caldo e freddo, fame e sofferenze fisiche, si aggiunge la difficoltà di correre con uno zaino pesante circa 9 kg contenente tutto l'occorrente per far fronte ai vari inconvenienti e cambiamenti metereologici che si possono verificare, trattandosi di gare in autosufficienza.


Ma veniamo nello specifico agli atleti allenati da Paolo che si apprestano a compiere questo splendido cammino. Il primo è Filippo Rossi, ventiseienne svizzero di Lugano, che per compiere le quattro prove organizzate da Racing The Planet ha deciso di prendersi un anno sabbattico e viversi a pieno ogni esperinza rendendola indimenticabile. “Avevo fatto la Marathon des Sable – dichiara Filippo – mi aveva affascinato e mi sono detto che avrei voluto fare un'esperienza unica correndo nello stesso anno i 4 deserti. In Svizzera solamente una persona prima di me si è cimentata con questa sfida ed avendo 26 anni penso di essere anche il più giovane al Mondo a provarci, quindi se tutto prosegue correttamente potrei anche stabilire un record”. E per provare nell'impresa Filippo non si è certo fatto scoraggiare dagli ingenti costi per affronare tutte le competizioni. “Mi sono attivato nel ricercare varie sponsorizzazioni e ho avviato una raccolta fondi su internet – prosegue –, così come una Charitis per finanziare progetti per costruire pompe idriche in Belin. Ad oggi ho già raccolto 33 mila euro e conto a breve di arrivare alla cifra necessaria”.


E se Filippo si appresta a compiere i 4 deserti Franco Zomer, fondatore dei Maratonabili, ne aggiunge un quinto, con la Roving Race in Sri Lanka. Prima di lui solamente 3 uomini al Mondo ce l'hanno fatta a ,sfidare il 4deserts Grand Slam Plus, 2 sono canadesi, il terzo americano. “Interagendo quotidianamente con i disabili – confida Franco -, mi sento di far mio un messaggio che ogni giorno il mondo della disabilità lancia. Quel messaggio mi dice che ce la possiamo fare, possiamo cambiare, vivere in amicizia. E con questo spirito mi appresto ad affrontare il Gran Slam Plus”.

Racconti | 0 Commenti

Lascia un commento




Recenti
Popolari
Categorie
Amref Sport Senza Frontiere
Rete del Dono per Art 4 Sport Maratonabili
Lo Sport Insegna