Logo
World Running Academy Magazine

Gli allenamenti nel periodo estivo

Paolo Barghini | Luglio/Agosto, 2016

Durante il periodo del grande caldo molti runner hanno difficoltà a sostenere allenamenti ad alta intensità.
L’aumento della temperatura e dell’umidità infatti rende difficile mantenere i tempi e le prestazioni simili a quelle dei periodi di temperatura ottimale.
Vediamo quelli che possono essere gli allenamenti che possono comunque essere produttivi per gli atleti anche in queste condizioni.
Se il runner è un atleta al quale piacciono le gare brevi questo per lui sarà il periodo agonistico di eccellenza.
I lavori impegnativi saranno quindi quasi di rifinitura in vista della gara del fine settimana. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Scarpe da Running, scegliere le scarpe per correre

Paolo Barghini | Giugno, 2016

La cosa più banale da scrivere quando si tratta di scegliere una scarpa da running è che la scarpa ideale per tutti non esiste. Ogni piede è diverso e soprattutto ogni runner è diverso per età peso storia di corsa e aspettative sul suo rapporto con la corsa.
Consigliare quindi una scarpa da running è quindi estremamente difficile per chiunque anche per l’allenatore o il podologo più esperto.
La cosa più sbagliata è sicuramente quella di prendere un qualunque paio di scarpe e iniziare a correre. La corsa di per se è uno sport a qualunque livello si faccia estremamente usurante se non fatta in modo corretto.
Ripetere il gesto per migliaia e migliaia di volte durante un uscita comporta se il gesto e l’attrezzo (scarpa) non sono adeguati il rischio di avere seri problemi articolari non solo al piede ma anche alle ginocchia e alla schiena.
Più volte mi sono ritrovato a dire: a scuola impariamo almeno a leggere, scrivere e a ……correre. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Riprogrammare una stagione su strada

Paolo Barghini | Aprile, 2016

Spesso capita di dover riprogrammare una stagione pensata e attesa . I motivi posso essere diversi : infortunio dell’atleta il più comune o l’atleta ad un certo momento valuta la propria preparazione insufficiente o impegni improvvisi di lavoro gli impediscono quel giorno di essere presente alla competizione.
Molte volte l’atleta che aveva atteso con concentrazione la gara scelta si trova a dover scegliere tra gare che per lui non hanno lo stesso fascino . Cosi la scelta del nuovo impegno non da gli stessi stimoli e soprattutto la scelta ricade su una tipologia di gara che poco ha a che vedere con quella programmata.
Trasformare una preparazione per una 100 km su strada nella preparazione di una maratona per un allenatore non è assolutamente facile. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Il Fartlek

Paolo Barghini | Marzo, 2016

La parola fartlek significa “gioco di velocità”. In questo tipo di allenamento è l’atleta che in base alle sue sensazioni del momento sia fisiche che mentali aumenta o diminuisce l’impegno. Attualmente il fartlek è comunque inteso come una corsa su strada o trail dove lo sforzo non rimane costante. La variazione di ritmo può essere legata anche alla diversità del fondo o alla pendenza del percorso.
Il fartlek è un sostituto delle ripetute soprattutto per gli atleti che mal digeriscono questa tipologia di allenamento soprattutto in pista. Gli effetti fisiologici sono molto simili a quelli della ripetuta.
Come nelle ripetute la lunghezza delle variazioni può andare dalle poche decine di secondi a distanze più lunghe. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Il ritmo maratona

Paolo Barghini | Febbraio, 2016

Nelle 8-12 settimane prima della maratona soprattutto per chi affronta per le prime volte la sfida è fondamentale inserire il ritmo maratona. Arrivare a memorizzare il ritmo gara è uno dei passi essenziali per correre la regina delle gare con soddisfazione e senza crisi insormontabili negli ultimi km.
Il maratoneta dovrà abituarsi a correre in modo uniforme per molti km pianeggianti e trovare al ritmo stabilito la giusta tecnica di corsa.
La distanza del ritmo maratona crescerà durante le ultime settimane fino ad arrivare a 20/24 km tutto corsi con frequenze cardiache intorno all’ 80/85% della frequenza cardiaca massima. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Allenamento muscolare per la forza

Paolo Barghini | Gennaio, 2016

La forza muscolare riveste una grande importanza nella corsa, pensate che nella corsa lenta ad ogni appoggio si scarica a terra circa due volte il peso corporeo e nella corsa in discesa questo valore viene abbondantemente superato.
Per lo stradista il primo modo di sviluppare la forza è quello di fare lunghi allenamenti in montagna con salite di almeno 4 o 5 km. Inoltre la discesa, provocando la rottura della fibre muscolare, ci consente di ricostruirla più forte e resistente.
Alti livelli di forza inoltre ci consentono nella parte finale di una maratona di essere comunque ancora in grado di eseguire correttamente il gesto tecnico. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Modificazioni fisiologiche indotte dall'allenamento

Paolo Barghini | Dicembre, 2015

L'allenamento provoca una serie di modificazioni a livello anatomico e fisiologico.
La prima cosa che prendiamo in esame e l'aumento delle dimensioni del cuore. Molti dimenticano che il cuore è un muscolo : Un muscolo particolare con delle sue peculiarità ma comunque un muscolo.
Negli atleti di endurance osserviamo una dilatazione del ventricolo sinistro. Questo perche il cuore cenrca di ottimizzare il suo lavoro diminuendo la frequenza con l’aumento delle dimensioni. Il muscolo cardiaco come qualunque altro muscolo ipertrofizza quando e sottoposto ad un maggior lavoro. Questo anche per contrastare la maggior resistenza periferica dei muscoli tonici degli atleti.
La conseguenza di questo è l aumento della gittata sistolica e la diminuzione dell’ala frequenza cardiaca massima e a riposo. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Le ripetute. Le più odiate da molti atleti.

Paolo Barghini | Ottobre, 2015

La sessione di allenamento di ripetute è forse il tipo di allenamento che la maggior parte degli atleti soffrono ed eseguono con meno voglia. L'obiettivo della ripetuta e la sua tipologia può essere diverso a seconda del tipo di gara che stiamo preparando. Classicamente la ripetuta è un allenamento che prevede prove piu o meno lunghe (di solito sopra la soglia anaerobica) intervallate a periodi di recupero che vanno dal recupero da fermo al recupero attivo.
Lo scopo è quello di tenere la frequenza cardiaca quanto piu possibile alla frequenza che ci siamo dati come obiettivo della sessione di allenamento. Spesse volte, anche diminuendo dopo alcune ripetute la velocità, la frequenza rimane comunque ai livelli che avevamo come obiettivo. Di conseguenza la sessione rimane allenante anche se agli occhi dell atleta e spesso dell'allenatore sembra non aver rispettato il compito. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

La Tecnica di Corsa

Paolo Barghini | Settembre, 2015

Uno degli aspetti piu trascurati nella preparazione degli atleti maratoneti e non è la tecnica di corsa. Negli anni questa ha subito evoluzioni e aggiustamenti legati anche all'evoluzione dei materiali: pensate alle scarpe che venivano usate negli anni '60 e alle scarpe tecniche di varie caratteristiche che possiamo trovare ora nei negozi. L'importanza della tecnica di corsa è legata sia ad un'ottimizzazione del risultato cronometrico sia ad una riduzione dei rischi di infortunio. La corsa è uno sport estremamente traumatico se non è legata a gestione dei carichi di lavoro e alla corretta tecnica di corsa. Inoltre la corretta tecnica di corsa porta ad un deciso risparmio energetico. ... [leggi tutto l'articolo]

Training | 0 Commenti

Recenti
Popolari
Categorie
Amref Sport Senza Frontiere
Rete del Dono per Art 4 Sport Maratonabili
Lo Sport Insegna