Logo

Preparazione per Maratone

Preparazione per Trail Running

Preparazione Mentale

Preparazione per Ultramaratone

Tabelle Allenamento Maratona, Ultramaratona, Mezzamaratona

(Speciale) ISRU - Iranian Silk Road Ultramarathon

WRA-XR | Giugno, 2017

World Running Academy Extreme Races - WRA-XR si occupa dell’organizzazione di corse estreme in tutto il mondo.


La mission della WRA Extreme Races è quella di offrire agli atleti l’opportunità di vivere un’avventura estrema dove mettere alla prova fisico e mente sfidando la natura e gli avversari in assoluta sicurezza.


Una formula di successo, consolidata dalla scorsa edizione della Iranian Silk Road Ultramarathon (ISRU), gara storica nel deserto del Lut, Iran sudorientale; la prima dopo 38 anni in cui uomini e donne hanno corso insieme. Una gara dura, vinta per la versione integrale di 250km dal campione marocchino Mohamad Ahansal (vincitore tra le altre cose di ben 4 edizioni della Marahon des Sables), e per la versione Lite da 150km dal runner Rafael Fuchsgruber.


La prossima gara in programma è la seconda edizione della ISRU, programmata per metà settembre 2017. www.worldrunningacademy.com/wraextremeraces/

Registrati Subito!



We are Proud to annouce the 2017 SECOND edition of the incredible Iranian Silk Road Ultramarathon.
ISRU which will take place from the September 17 to September 23 within the LUT Iranian Desert, Kerman Area.
www.worldrunningacademy.com/wraextremeraces/en/ After the successful 2016 edition another unforgettable experience.
If you really Want to exceed your limit, do challenge the hottest and fascinating Desert in the world.
Each stage in a unique adventure in a different landscape, running trough the land of one of the most hospitable people that will be part of your stunning environment.

Register Here!

(n° 11 Luglio/Agosto 2016) Un protocollo per la sicurezza

Nicola Del Vecchio | Luglio/Agosto, 2016

La World running academy si sta impegnando per diffondere, in tutto il panorama del trail running, il concetto che la sicurezza debba essere il cardine principale su cui incentrare ogni competizione.


Da questo punto di vista nostro obiettivo è quello di provare a stilare un protocollo che tenga conto di tutti gli elementi utili ed indispensabili per affrontare una gara trail andando a classificare le stesse per grado di difficoltà.


Pensiamo infatti che non tutti possano, come accade adesso, iscriversi a qualsiasi gara senza aver ottenuto un certo grado di dimestichezza con simili competizioni che espengono gli atleti a rischi ben maggiori di quelli che si possono correre in una qualsiasi competizione stradale.


Allo stesso modo è indispensabile la figura di un commissario di gara esterno all'organizzazione che sia in grado di valutare gli effettivi rischi derivanti dal tracciato, dalle condizioni meteo e da tutti quegli elementi che possono pregiudicare la salute dei concorrenti.


Queste sono solo alcune primissime considerazioni che andremo ad approfondire nei prossimi numeri così da proporre un vero e proprio protocollo operativo con la speranza di dare un contributo attivo nel miglioramento delle condizioni di sicurezza di ogni gara di trail running.

Cancellata!

Nicola Del Vecchio | Aprile, 2016

Sono sul divano, è un giorno caldo di marzo, primo pomeriggio, le immagini scorrono sul televisore e mostrano un incontro di calcio che seguo senza particolare interesse. Mi prende la sonnolenza post –prandiale e mi addormento. Dal calcio il cuore mi porta alla corsa, alla mia prossima corsa, alla 100 km. di Toscana. Una corsa che aspetto con ansia dalla sua prima presentazione perché mi piace correre e perché amo la Toscana. Poi questa corsa che da Firenze corre verso il Tirreno, verso la Versilia, verso Viareggioè l’obbiettivo per la prima parte dell’anno: io lo voglio centrare costi quel che costi!
Parto da casa in auto verso Firenze, mia moglie è con me, passeremo una giornata a Firenze, sicuramente meravigliosa come tutte le giornate passate a Firenze, fatte di storia e poesia che invadono la mia mente e renderanno la corsa che seguirà un viaggio nelle radici della nostra cultura a partire da quelle etrusco-romane, alle Signorie, ai Medici e così via sino ai giorni nostri. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Migliorare di 50 minuti in Maratona. L'impresa di Samuele Perez.

Nicola Del Vecchio | Aprile, 2016

Al e Jo si conoscevano da alcuni anni, facevano parte dello stesso runnerclub, iniziarono ad allenarsi assieme e socializzarono: qualche week endvia per una gara, una mattinata in montagna;poi una pizza quattro chiacchiere efu così che entrarono in confidenza.
Al era un cuoco, di quelli in gamba, non uno stellato, a lui non interessavano quei riconoscimenti, faceva una cucina di tradizione di alto livello con innovazioni interessanti che caratterizzavano il suo intervento. Da qualche anno lavorava per la mensa di un ospedale in modo di avere più tempo libero. La nostra storia parte da cui dal fatto che Al era un cuoco.
Un sabato uscirono ad allenarsi in compagnia, c’era tanta gente, alcuni erano venuti da lontano, Al invitò quelli che erano liberi a fermarsi da lui per un boccone e un po’ di relax. Jo disse: verrei volentieri ma sono fradicio di sudore, non ho portato niente, né per lavarmi né per cambiarmi, sarà per un’altra volta. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Strasimeno. La prima Ultramaratona di Daniele Mannini

Nicola Del Vecchio | Marzo, 2016

STRASIMENO 58km di puro vallonato corsi in 5h14'07", 91° Assoluto su oltre 400 partenti, 7° di categoria. Così si riassume la prima Ultramaratona di Daniele Mannini, palombaro di marina conosciuto dagli amici come il “piranha”. “È stata dura – racconta Daniele -, peccato per il tracollo dopo il 42°km, ma li ho corsi tutti, senza mai fermarmi. Pensare che due settimane fà ero a Terni a correre la mia prima maratona”. In effetti la determinazione di Daniele è davvero ecomiabile visto l'impegno affrontato a distanza di 15 giorni con la testa già al prossimo obiettivo, la 100 km Firenze-Viareggio che affronterà il prossimo 30 aprile. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

L'ultramaratona di Salsomaggiore 2015

intervista a Laura Ricci

Nicola Del Vecchio | Dicembre, 2015

Una grande passione per lo sport e per la corsa in particolare è quello che traspare appena si inizia a parlare con Laura Ricci. Runner fin quando dai 13 anni ha cominciato a correre senza però cimentarsi in competizioni, che sono poi arrivate più avanti prima con la strada e le gare del corrilungiana e poi con il Trail andando alla ricerca di distanze sempre maggiori con un sogno nel cassetto, correre una Ultramaratona nel deserto.
Una sola interruzione forzata quando, come per molte donne, decide di avere un figlio (Laura ne ha due), ma anche in quel periodo immagino che Laura non sia certo stata a riposo. I risultati ottenuti sono sempre stati lusinghieri e lo scorso 22 novembre al campionato italiano Fidal assoluto sulla distanza di 50 km a Salsomaggiore Terme ha effettuato una bellissima prestazione chiudendo in 4 ore e 46 minuti giungendo 13esima assoluta e terza di categoria. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Alessandro Andretto. Dall'ufficio al deserto. L'esperienza del “Monager” corridore

Nicola Del Vecchio | Marzo, 2016

In questo numero raccontiamo la storia di Alessandro Andreetto, 53 anni laureato in ingegneria e master in economia sempre alla ricerca di lavori complessi quali riorganizzazioni industriali nonché costruzione di impianti giganti e complessi nei posti più disparati al mondo. Un vero e proprio manager di successo o meglio come definisce chiamarsi lui “monager”, per la sua dedizione totale all'azienda e al lavoro. Gli ultimi 30 anni passati in giro per il nord italia e la Germania con molti viaggi dal Brasile al Buthan dal Sudafrica alla Siberia. ... [leggi tutto l'articolo]

Personaggio | 0 Commenti

La mia prima maratona

Intervista a Danilo D'Anna

Nicola Del Vecchio | Novembre, 2015

Correre per ritrovare se stessi, un proprio equilibrio con caparbietà e consapevolezza. Tutto questo è racchiuso nella storia di Danilo, giornalista del Tirreno e “runner”, dopo aver concluso una maratona come quella di Venezia il titolo è assolutamente guadagnato. “In questi giorni diverse persone mi hanno chiesto cosa si prova a correre per 42 chilometri (e 195 metri sottolineano i veri runner) – racconta Danilo -, ci ho pensato un po' su perché volevo dare una risposta figa oppure minimamente intelligente. La verità è che non lo so, ma non perché non l'ho capito bensì perché quella parte di me che circa un anno fa ha deciso di mettersi le scarpette si sta tenendo quelle emozioni tutte per sè. Ed è giusto così, per carità. Senza quel lato della mia personalità non avrei mai fatto una cosa del genere. Ma non perché la maratona è una pazzia, macchè è una sfida a se stessi incredibile, semplicemente perché non ne sarei mai stato capace. ... [leggi tutto l'articolo]

Personaggio | 0 Commenti

Un'esperienza indimenticabile: il mio primo Trans d'havet.

Intervista a Cristina Lusardi Paganetto

Nicola Del Vecchio | Settembre, 2015

Incontro Cristina davanti ad un buon caffè un lunedì mattina per parlare con lei della sua esperienza nelle piccole Dolomiti venete dove ha partecipato alla fine di luglio alla sua prima Trans d'havet, una gara ben nota nel panorama delle ultra-trail con i suoi 80 km e 5.500mD+, che, oltre ad assegnare punti per il ranking mondiale ISF di categoria, è la terza tappa della Sky running Italy 2015.
La passione di Cristina per la corsa traspare appena la senti parlare, un entusiasmo genuino e contaminante. "Possiamo dire che ho avuto due vite – racconta - una senza la corsa e l'altra con la corsa. Correre mi è servito a ridarmi un equilibrio che sembrava perduto ed a sfogare la mia iperattività, finalmente ho capito che non viviamo solo per il lavoro". Fino al 2013 infatti Cristina si limitava a fare solo qualche camminata nei boschi nei ritagli di tempo che gli lasciava il suo lavoro in corsia, nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Carrara. ... [leggi tutto l'articolo]

Personaggio | 0 Commenti

MDS, Marathon Des Sables 2013 - Edoardo Moos

Edoardo Moos | Aprile, 2013

È molta la gratitudine che devo a Paolo Barghini, che in pochi mesi mi ha permesso di partecipare alla 28. Marathon des Sables. La mia storia di runner inizia nel marzo 2012, quando per motivi di salute ho iniziato a correre. Il mio peso era di ben 100 Kg. per 1.85 m. di altezza, soffrivo di ipertensione e apnee; dovevo perdere peso il più rapidamente possibile e così ho iniziato facendo un giro di corsa nel parco di casa, che era giusto di 1 Km.. Ho capito che questa era la strada per stare bene, ma avevo anche capito che era una strada di fatica e grandi sacrifici per me e la mia famiglia. Ho iniziato a correre tutti i giorni, o alla mattina presto o alla sera e il mio peso rapidamente diminuiva. Così ho pensato che per mantenere queste buone abitudini, dovevo fissarmi un obiettivo più grande di quello che avrei potuto fare: la Marathon des Sables. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

Sabato 12 Ottobre 2013, Alpstation Milano - Meeting con Paolo Barghini sulle colline di San Colombano al Lambro (Mi)

Alpstation Milano | Ottobre, 2013

Alpstation Milano presenta Sabato 12 Ottobre - Meeting con Paolo BArghini sulle colline di San Colombano al Lambro (Milano)
programma:
Ore 10.00 - ritrovo presso agriturismo villa Trianon a Graffignana (Lodi), caffè di benvenuto e briefing di presentazione della giornata. Corsa con Paolo Barghini su persorso collinare di circa 10 km. Briefing post allenamento. Ore 13:30: Pranzo. Ore 15:30: Chiusura della giornata.
A tutti i partecipanti in omaggio un prodotto Montura. Partecipazione previa iscrizione c/o negozio con max 20 partecipanti Quota di partecipazione 35euro. Alpstation Milano - Via Mantova, 21 - 20125 Milano (Mi) - Tel. 02 541 22 800 ... [leggi tutto l'articolo]

Eventi | 0 Commenti

Effetto Barghini - Vieni a correre con Paolo e i MaratonAbili

WRA | Luglio, 2013

Si è corsa ieri, sabato 6 luglio, la corsa benefica non competitiva di 6 km “Effetto Barghini” che si è snodata per le vie della periferia di Pisa intorno al Parco Naturale di San Rossore.
Un plauso sentito agli organizzatori e sostenitori, in primis a Massimo Bottazzi, titolare di Punto Energy a Pisa in Via delle Lenze, negozio di integrazione per lo sport riferimento per tutti gli appassionati sportivi pisani.
Questo evento è nato con un duplice scopo. Lo scopo benefico nasce dopo che gli organizzatori e l’associazione MaratonAbili si incontrano alla presentazione Pisana del libro dell’ultramaratoneta Paolo Barghini - “Ancora non sto tornando” e da subito la volontà di donare l’intero incasso ad offerta libera della corsa. Il secondo scopo è stato quello di mettere a contatto degli appassionati di running Pisano l’esperienza i consigli ... [leggi tutto l'articolo]

Eventi | 0 Commenti

Recenti
Popolari
Categorie
Amref Sport Senza Frontiere
Rete del Dono per Art 4 Sport Maratonabili
Lo Sport Insegna