Logo

Preparazione per Maratone

Preparazione per Trail Running

Preparazione Mentale

Preparazione per Ultramaratone

Tabelle Allenamento Maratona, Ultramaratona, Mezzamaratona

ISRU - Iranian Silk Road Ultramarathon, 250/150 Km – self sufficiency multistage race - LUT Iranian Desert, Kerman Area – Iran - September 29/October 8, 2018

WRA-XR | Ottobre, 2018

We are Proud to annouce the 2018 Third edition of the incredible Iranian Silk Road Ultramarathon.
ISRU which will take place in early october 2018 within the LUT Iranian Desert, Kerman Area.
www.worldrunningacademy.com/wraextremeraces/isru/ After the successful 2016/2017 edition another unforgettable experience.
If you really Want to exceed your limit, do challenge the hottest and fascinating Desert in the world.
Each stage in a unique adventure in a different landscape, running trough the land of one of the most hospitable people that will be part of your stunning environment.

Register Here ISRU 2018!



(Speciale) MARU - Maharaja Rajasthan Ultramarathon, 250/150 Km – self sufficiency multistage race - Thar desert from Gajner to Jaisalmer – Rajasthan - India April 7-16 2018

WRA-XR | Ottobre, 2017

World Running Academy Extreme Races - WRA-XR si occupa dell’organizzazione di corse estreme in tutto il mondo.


La mission della WRA Extreme Races è quella di offrire agli atleti l’opportunità di vivere un’avventura estrema dove mettere alla prova fisico e mente sfidando la natura e gli avversari in assoluta sicurezza.


La prossima gara in programma si svolgerà in India nel deserto del Thar da Gajner to Jaisalmer. Maharaja Rajasthan Ultramarathon (MARU), programmata per i primi di aprile 2018. www.worldrunningacademy.com/wraextremeraces/maru/

Register Here MARU 2018!

Migliorare di 50 minuti in Maratona. L'impresa di Samuele Perez.

Nicola Del Vecchio | Aprile, 2016

Al e Jo si conoscevano da alcuni anni, facevano parte dello stesso runnerclub, iniziarono ad allenarsi assieme e socializzarono: qualche week endvia per una gara, una mattinata in montagna;poi una pizza quattro chiacchiere efu così che entrarono in confidenza.
Al era un cuoco, di quelli in gamba, non uno stellato, a lui non interessavano quei riconoscimenti, faceva una cucina di tradizione di alto livello con innovazioni interessanti che caratterizzavano il suo intervento. Da qualche anno lavorava per la mensa di un ospedale in modo di avere più tempo libero. La nostra storia parte da cui dal fatto che Al era un cuoco.
Un sabato uscirono ad allenarsi in compagnia, c’era tanta gente, alcuni erano venuti da lontano, Al invitò quelli che erano liberi a fermarsi da lui per un boccone e un po’ di relax. Jo disse: verrei volentieri ma sono fradicio di sudore, non ho portato niente, né per lavarmi né per cambiarmi, sarà per un’altra volta. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Sabbia Acqua Vita

Giovanni Pessina | Febbraio, 2016

Deserto dell’Oman, tardo pomeriggio, il caldo è insopportabile, il Land Rover dei soccorsi, al seguito della corsa “TransOmania300 km non stop”, procede piano. L’autista e il compagno si guardano attorno, il posto dovrebbe essere questo, il posto da cui è partito il segnale di allarme lanciato da uno dei partecipanti al trail. Di solito il segnale di aiuto viene lanciato da chi si è perso o ha avuto un incidente, una distorsione un colpo di caldo. In genere sono lì a richiamare la tua attenzione agitando le mani e gridando, ma questo non si vede, dove poteva essere si chiesero, l’autista disse: magari lo troviamo secco e sghignazzarono di gusto. Poi lo videro a bordo pista, disteso con la sabbia portata dal vento che un po’ lo ricopriva, occhi chiusi testa piegata, sembrava aver perso conoscenza, l’unico segno di vita la mano destra che lentamente prendeva una manciata di sabbia, si alzava leggermente e poi lasciava scivolare la sabbia tra le dita. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Io e la Mezza

Giovanni Pessina | Gennaio, 2016

Mi ero iscritto ad una mezza maratona, mi ero allenato seguendo più o meno la scheda datami da un preparatore qualificato, comunque avevo corso molto ed ero pronto. Sono all’area di partenza, pettorale sulla maglia qualche chiacchiera con i vicini di riscaldamento, poi, lo speaker che chiama. E’ ora di partire, l’adrenalina è già alta penso a come andrà vorrei che andasse bene, ovvio, ma un fondo di insicurezza mi dice il contrario. Forza,mi dico, fino a due o tre anni fa non riuscivi a fare neanche 20 km e adesso sei in linea di partenza per una corsa seria, vai tranquillo.
Ecco Il botto, si parte, attivo ll gps parto piano ma non troppo le gambe girano da sole, sciolte, senza fatica. Sono partito dietro per non farmi superare e in effetti sono io a superare dei partecipanti che si sono messi nelle prime file anche se sono lenti. Sta schiarendo, il tempo sarà bello, ottimo auspicio per la gara. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

Il Tor des Geants: la gara più dura del Mondo!

Intervista a Davide Buglione

Nicola Del Vecchio | Ottobre, 2015

In uno degli scenari più selvaggi e incontaminati del mondo si corre ogni anno il Tor des Geants, una corsa epica di 330 km non stop con 24.000 mt di dislivello positivo che coinvolge una Regione intera, la Valle d'Aosta e le sue bellezze.
Fatica, possibili infortuni, mancanza di sonno e di adeguata alimentazione sono i principali rischi fisici a cui sono sottoposti gli atleti che si iscrivono a questa gara leggendaria che quest'anno ha visto la presenza di Davide Buglione, trentaquattrenne spezzino dipendente della AlpStation di Sarzana allenato da Paolo Barghini.
“Ho saputo che potevo correre il Tor un mese e mezzo prima della partenza – racconta Davide -, mi ero iscritto ma non ero rientrato tra i sorteggiati ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

Alessandro Andretto. Dall'ufficio al deserto. L'esperienza del “Monager” corridore

Nicola Del Vecchio | Marzo, 2016

In questo numero raccontiamo la storia di Alessandro Andreetto, 53 anni laureato in ingegneria e master in economia sempre alla ricerca di lavori complessi quali riorganizzazioni industriali nonché costruzione di impianti giganti e complessi nei posti più disparati al mondo. Un vero e proprio manager di successo o meglio come definisce chiamarsi lui “monager”, per la sua dedizione totale all'azienda e al lavoro. Gli ultimi 30 anni passati in giro per il nord italia e la Germania con molti viaggi dal Brasile al Buthan dal Sudafrica alla Siberia. ... [leggi tutto l'articolo]

Personaggio | 0 Commenti

Franco Zomer, La solidarietà nel deserto

Nicola Del Vecchio | Febbraio, 2016

Affrontare il 4deserts Grand Slam Plus, cinque deserti da correre in situazioni estreme nello stesso anno solare, appare un'impresa davvero ostica e infatti prima di lui solamente tre uomini al Mondo ci sono riusciti. “In effetti ad oggi solamente due canadesi ed un americano hanno portato a termine i 5 deserti (Atacama, Sahara, Gobi, Antarctica e Patagonia) – spiega Franco Zomer, presidente e fondatore dell’Asd Maratonabili, la squadra di runner conosciuta in tutta Italia che corre le principali maratone e mezzemaratone spingendo le carrozzine dei disabili -, quest'anno saremo in 5 a provarci ed io sarò l'unico uomo visto che oltre a me ci proveranno una vietnamita, due canadesi ed una americana”. ... [leggi tutto l'articolo]

Personaggio | 0 Commenti

MDS, Marathon Des Sables 2014 - Ceppi Christian

Ceppi Christian | Maggio, 2014

Eccomi qui. Al termine di diversi mesi di duro allenamento, qualche acciacco, e molti km percorsi, finalmente mi trovo nel deserto. Dopo diverse ore di viaggio arriviamo al primo campo base dove ci sistemiamo nella tenda n.92, quella che sarebbe stata il nostro “rifugio” per la settimana seguente, e dove incontriamo per la prima volta i nostri compagni di avventura, quelle persone che, insieme a noi quattro ticinesi, sarebbero stati coloro con i quali avremmo condiviso le gioie (e i dolori!), le vittorie e le sconfitte, le risate e i pianti di questo tratto di vita comune che sicuramente non avremmo dimenticato mai.
I primi giorni di acclimatamento nel deserto passano veloci, in uno stato di euforia ed eccitazione e ancora mille dubbi sulla preparazione dello zaino in vista dei controlli tecnici; ma poi, a pensarci bene, quali dubbi? Perché farsi mettere sotto pressione dallo sbirciare negli zaini degli altri, farsi tentare da qualche comodità in più, arrischiarsi nel fare cambiamenti dell’ultimo minuto ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 2 Commenti

The Abbots Way 2013 in Twin Team - Fabio Baratta e Silvia

Fabio Baratta | Maggio, 2013

L’idea di partecipare alla The Abbots Way 2013 in Twin team - coppia mista - con Silvia è nata una sera di Novembre dell’anno scorso con altri compagni di squadra davanti ad una buona birra. Con noi altri Twin Team della nostra squadra (Asd KinoMana) sia maschili che misti.
Occorre fare una breve premessa: considerato che allenarsi e correre senza metodo può risultare controproducente, ho deciso di farmi seguire, non solo con semplice tabelle, ma anche con preziosi consigli da Paolo Barghini, noto ultramaratoneta del deserto, il quale mi ha dato sicuramente qualcosa in più di schemi e indicazioni sulla corsa.
Iniziano gli allenamenti. Purtroppo viste le avverse condizioni meteo che hanno caratterizzato l’inverno scorso si svolgono in prevalenza su asfalto. ... [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 0 Commenti

4 Deserts - Atacama Crossing (Chile) 2013. Andrea Girardi conquista il quarto gradino del podio.

Andrea Girardi | Marzo, 2013

Finalmente si fa sul serio. Oggi ritmo esagerato, il gruppo di testa ha tenuto una media altissima. Io ho fatto il mio passo, l'altezza e lo zaino con tanto cibo per ora non giocano a favore. Sto benissimo, alla fine ho tenuto un media di 6'/km con otto chili di zaino a 3200m di quota, dopo il 20km è arrivato un caldo pazzesco con una strada in falsa salita massacrante.
La Navigation by rock ci ha fatto passare prima su rocce facili, poi un canyon meraviglioso letto di un fiume secco e ancora dopo il 20 km una strada spezzagambe in falsopiano. Il concorrente davanti continuava a guardare la maglia arancione che gli stava dietro, quando c'erano pezzi dritti lo riprendevo... all'arrivo ci siamo abbracciati e ha ammesso che aveva paura di quel Giapponese (???) che gli stava dietro. [leggi tutto l'articolo]

Racconti | 1 Commenti

IL CARRARINO DI MARMO - La corsa l’ha folgorato tardi. Ma Paolo Barghini è uno tostissimo ed è arrivato lontano, molto lontano

Giuliano Orlando Runner's World | Luglio, 2012

Non è mai troppo tardi. Il dottor Paolo Barghini, di Carrara, superati i quaranta da un paio d’anni, nel 2002 si è chiesto se la professione medica fosse una fede condivisa o se gli stesse nascendo una nuova passione, inarrestabile. «In casa - ricorda - ero il classico sportivo in poltrona. Mentre Gabriella, mia moglie, dava l’esempio praticando corsa, canoa e bici, io restavo seduto davanti alla tivù. Capivo che l’esercizio era fine a se stesso. Per uno alto 1,82 gli 85 chili non parevano un problema. Ora che di chili ne peso 71 capisco quanto fossero inutili quelli in eccesso».
Poi cos’è accaduto? «Ai primi di settembre del 2002, al campo scuola di Marina di Carrara, dove avevo preso a corricchiare, incrocio Mauro Marchetti, che non vedevo dai tempi dell’università e che poi ho scoperto essere il presidente dell’Atletica Carrara... [leggi tutto l'articolo]

Stampa | 0 Commenti

Recenti
Popolari
Categorie
Amref Sport Senza Frontiere
Rete del Dono per Art 4 Sport Maratonabili
Lo Sport Insegna